Cerca
  • Cilento Holiday

Be DIFFERENT - ortaggi di STAGIONE

Diamo il benvenuto a tutti gli ortaggi che tornano sulle tavole in estate: cetriolimelanzane, peperonipomodori e zucchine. È davvero un mese generoso!

Mangiare di stagione vuol dire prima di tutto mangiare saporito, ma soprattutto salutare poichè le verdure non hanno bisogno di trucchi per crescere.

Scegliendo verdure fresche e raccolte secondo la loro maturazione naturale porterà al palato una ricchezza straordinaria e unica. 

Inoltre, cambiare i cibi in tavola secondo le stagioni vuol dire diversificare in automatico l’apporto di vitamine, sali minerali e altri nutrienti di cui il nostro organismo ha bisogno.


I cetrioli rappresentano un buon serbatoio naturale di sali minerali (magnesio, manganese e potassio) e di vitamine A, C e K. In aggiunta, questi ortaggi sono composti per ben il 95% da acqua,  hanno un ridotto contenuto di grassi e aiutano a tenere bassi i livelli di colesterolo.

I cetrioli sono ottimi antiossidanti per merito dei nutrienti come la vitamina C, il beta-carotene e il manganese. Alcune ricerche hanno verificato che gli estratti freschi di questo ortaggio hanno buone doti antinfiammatorie.

Del resto non è un caso che i cetrioli siano utilizzati anche nella cosmesi, per merito dell’estratto che arricchirebbe i prodotti con benefiche doti idratanti per la pelle.

I cetrioli svolgono un ruolo fondamentale nella prevenzione della ritenzione idrica e della cellulite, che spesso affliggono le donne: consumare cetrioli in insalata, soprattutto durante i giorni del ciclo mestruale, può essere un ottimo antidoto al gonfiore tipico.


L’Italia oggi è tra i più grandi produttori e consumatori di melanzane al mondo; molto ricca d'acqua, di sali minerali e vitamina C, con un basso contenuto calorico è spesso consigliata in diete dimagranti. La buona quantità di fibre ne fa un ortaggio consigliato in caso di stitichezza; le virtù depurative che le vengono attribuite vanno associate a una favorevole attività rispetto alla salute del fegato, e alle capacità diuretiche dovute alla grande quantità d’acqua che contiene.

La medicina popolare le riconosce anche attività antinfiammatorie; tradizionalmente, le foglie della pianta venivano usate, in preparazioni particolari, contro ascessi ed emorroidi.

La buccia può essere consumata ed è una buona fonte di sostanze nutritive.


Il peperone deve il suo nome (capsicum annum) dal latino “capsa”, ovvero scatola per la sua forma particolare che ne fa un vero e proprio contenitore vuoto di semi.

I peperoni si rivelano un buon serbatoio di vitamina C (quasi al pari degli agrumi). I nutrienti disponibili si completano con la provitamina A (nella varietà rossa) e nella vitamina B9 (nella qualità verde).

Il mix di alte quantità di potassio e bassa concentrazione di sodio lo rende un buon diuretico naturale.


L’Italia è sul podio tra i primi produttori e consumatori di pomodori al mondo;

il merito è delle insalate estive ma soprattutto della nostra salsa di condimento della pasta.

Il pomodoro ha una ricca varietà di sali minerali (calcio, ferro, fosforo, potassio, selenio) oltre che di vitamine (A e C), betacarotene e licopene, questi ultimi sono riconosciuti come agenti utili contro i radicali liberi e quindi l’invecchiamento. L’importanza del pomodoro per la buona salute, è legata anche alla presenza di fibre, concentrate nella buccia e nei semi.

Il caratteristico sapore del pomodoro è dovuto agli acidi citrico e malico, presenti nella sua polpa, in grado di stimolare l’appetito e rigenerare i tessuti.


Composto per più del 90% di semplice acqua, la zucchina porta in dote un basso contenuto calorico e un alta digeribilità, pur rivelandosi una buona fonte di potassio e vitamine A, C, B9 e E.

La zucchina, ortaggio apparentemente modesto, in realtà ha il potenziale per essere protagonista della tavola.

Può essere servita cruda, fritta, grigliata, cotta al vapore, lessata; offre un fiore apprezzatissimo anche ripieno e in pastella.

Dal punto di vista del benessere, sono composte principalmente d’acqua e con pochissime calorie, per questo sono indicate sia a scopo diuretico sia nelle diete ipocaloriche, poiché presentano pochi zuccheri, pochissimi grassi e poche calorie.

Anche le proteine vegetali sono estremamente scarse, le fibre sono presenti ma non in grande quantità. In linea di massima le zucchine sono facilmente digeribili, sono comunque consigliate per chi ha problemi digestivi e tendono anche a regolare problemi intestinali.




31 visualizzazioni
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon

© 2019 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now